Articoli

Autori:

Andrea Panizza - Incaricato di Strategia e Politica Aziendale, Universita` degli Studi di Ferrara - Consulente di Direzione e Revisore Legale in Ferrara - Senior Partner AP & Partners Srl

Gilberto Montecchi - Dottore Commercialista e Revisore Legale in Modena - Partner Beta Commercialisti Associati - membro del gruppo di lavoro che ha predisposto la bozza dei “Principi per la redazione dei piani di risanamento"

L’applicazione del concetto di riserva di elasticità finanziaria, disponibile (effettiva e potenziale) e necessaria, è di fondamentale importanza nel controllo del rischio di liquidità durante la gestione della crisid’impresa. L’inventariazione della riserva di elasticità disponibile (tenuto conto della diversa “qualità” delle sue componenti), e la stima della elasticità necessaria, da effettuarsi sulla base di apposite analisi di sensitività e stress test, rappresentano elementi fondamentali e imprescindibili nella predisposizione di un piano di risanamento e nella verifica della sua sostenibilità finanziaria. Il tutto in ottica di mitigazione del rischio.

Effettua il login o registrati per scaricare il file integrale!

Autori:

Andrea Panizza - Incaricato di Strategia e Politica Aziendale, Universita` degli Studi di Ferrara - Consulente di Direzione e Revisore Legale in Ferrara - Senior Partner AP & Partners Srl

Marco Gennari - Consulente di Direzione Aziendale in Ferrara - AP & Partners Srl

Michele Benvenuti - Consulente di Direzione Aziendale in Ferrara - AP & Partners Srl

Gilberto Montecchi - Dottore Commercialista e Revisore Legale in Modena - Partner Beta Commercialisti Associati

Marco Stella - Amministratore Delegato Duerre Tubi Style Group S.p.A. (DTS S.p.A.) di Maranello

L’introduzione del sistema di pianificazione e controllo di gestione costituisce di per sé - a causa degli sforzi e dei cambiamenti che inevitabilmente sono richiesti alla varie funzioni aziendali ed in particolare a quella AFC - un delicato momento di transizione organizzativa nei sistemi operativi aziendali e più in generale per l’equilibrio delle dinamiche interne di un’impresa. Quando l’introduzione di tale sistema avviene contemporaneamente alla fase di integrazione di due o più aziende a seguito di un’operazione di concentrazione, le complessità, a maggior ragione, aumentano, amplificandosi. Tuttavia, se le aspettative e la predisposizione al cambiamento, cui inevitabilmente l’organizzazione è sottoposta a seguito dell’operazione straordinaria, sono ben colte, la simultanea introduzione e integrazione di un adeguato sistema di budgeting e reporiting può anche rappresentare un’occasione di crescita e di sviluppo. Nel presente contributo si descrive come un’impresa operante nel settore automotive abbia in trodotto con successo il sistema di pianificazione e controllo di gestione durante la fase di integrazione postconcentrazione tra due aziende.. 

Effettua il login o registrati per scaricare il file integrale!

Autori:

Andrea Panizza - Incaricato di Strategia e Politica Aziendale, Universita` degli Studi di Ferrara - Consulente di Direzione e Revisore Legale in Ferrara - Senior Partner AP & Partners Srl

Cristina BaucoAvvocato, Ricercatore Area Giuridica della Fondazione Nazionale dei Commercialisti

L’intento di gestire in modo anticipatorio le difficoltà che possono presentarsi alle imprese ha trovato espressione nel disegno di legge che recepisce il risultato dei lavori della commissione Rordorf. La previsione di un sistema di allerta che favorisca l’emersione anticipata della crisi, pur rappresentando positivo elemento di novità, impone di analizzare i riflessi operativi che potrebbero derivare dalla sua applicazione. Con il presente contributo si intende fornire un inquadramento generale della procedura, analizzando i possibili riflessi di una sua operativa applicazione ed evidenziandone potenziali luci e ombre. 

Effettua il login o registrati per scaricare il file integrale!

Autori:

Andrea Panizza - Incaricato di Strategia e Politica Aziendale, Universita` degli Studi di Ferrara - Consulente di Direzione e Revisore Legale in Ferrara - Senior Partner AP & Partners Srl

Alessandro DanoviProfessore associato di Economia e Gestione delle imprese presso l’Universita` degli Studi di Bergamo - Dottore Commercialista e Revisore Legale in Milano

La corretta e precisa individuazione delle varie cause di crisi, e del peso di ognuno dei molteplici fattori, rappresenta elemento fondamentale per l’identificazione delle più efficaci strategie di intervento e per la buona riuscita dell’intero processo di risanamento. I Principi di attestazione dei piani di risanamento rappresentano il riferimento al quale l’attestatore deve rifarsi nello svolgimento dei propri compiti; in particolare per verificare la veridicità dei dati e per esprimere un giudizio sulla fattibilità del piano e sulla possibilità dell’impresa di ritornare all’equilibrio economico, finanziario e patrimoniale. I principi per la redazione dei piani di risanamento, ad oggi in bozza e in via di definizione, forniranno riferimenti e supporto metodologico al soggetto incaricato dell’elaborazione del piano. Il presente contributo affronta la tematica della diagnosi della crisi vista dai due diversi ambiti, quello dell’attestatore e quello dell’estensore del piano.

Effettua il login o registrati per scaricare il file integrale!

Autori:

Andrea Panizza - Senior Partner di AP & Partners

Gilberto Montecchi - Dottore Commercialista e Revisore Legale in Modena, Partner Beta Commercialisti Associati

La ‘‘posizione finanziaria netta’’ (PFN) e` una grandezza che trova sempre piu` spazio nella comunicazione economico-finanziaria, nei documenti che corredano i bilanci d’esercizio e nelle relative analisi, nei piani aziendali, specialmente in contesti di turnaround, e nella costruzione di covenant finanziari o clausole contrattuali che legano prezzi, premi o quant’altro alle performance aziendali. Il presente contributo, oltre ad esaminare le varie definizioni di PFN, affrontera` la problematica del suo ‘‘segno algebrico’’, fonte di frequenti equivoci, e quella dell’integrazione delle informazioni che scaturiscono dalla stessa PFN con quelle derivanti dagli altri indicatori per margini.

Effettua il login o registrati per scaricare il file integrale!